Navigare Facile

Da Vedere a Torino

Turismo a Torino

Simbolo cittadino è la Mole Antonelliana, opera dell'architetto Antonelli risalente al 1863 e realizzata in sette anni: si erge su oltre centosessanta metri di altezza (il che la rese l'edificio in muratura più alto d'Europa) e la sua guglia, distrutta negli anni Cinquanta del Novecento, è stata oggetto di restauro. Ospita il Museo Nazionale del Cinema.

Porta Palatina è l'unica delle quattro tra quelle costruite dai Romani che ancora sopravvive. Il passaggio attraverso di essa era garantito da quattro archi, due per il passaggio pedonale e due per lo scorrere dei carri; la zona in cui si colloca non è distante dalla cattedrale (il duomo di Torino) dedicata a San Giovanni Battista risalente al quindicesimo secolo.

La cattedrale è emblema unico di architettura rinascimentale a Torino e presenta una splendida cappella barocca opera del Guarini. L'incendio che colpì la Chiesa sul finire degli anni Novanta ha danneggiato la preziosa S. Sindone, conservata proprio al suo interno. Sorge nell'omonima Piazza, dietro al centralissimo Palazzo Reale, sorto nel Seicento come residenza dei Savoia e oggi adibito a Museo.

A proposito di musei, ci teniamo a ricordare il Museo Egizio, uno dei maggiori al mondo, collocato nel Palazzo dell'Accademia delle Scienze che a sua volta accoglie anche la Galleria Sabauda: al suo interno è visibile una importantissima raccolta che testimonia la quotidiantà del popolo egizio come sarcofaghi, dipinti, armi e statue (come quella di Ramesse II).

Vero e proprio capolavoro è Palazzo Madama, una sorta di emblema della storia di Torino; la facciata è barocca ed è stata costruita dall'architetto messinese Juvara il quale si occupò anche dello scalone interno. Si situa in Piazza Castello e vi ha sede il Museo Civico di Arte Antica. Palazzo Carignano, che fu sede del primo Parlamento italiano, è opera del Guarini e accoglie il Museo nazionale del Risorgimento italiano.

Questo e tanto altro potrete vedere a Torino, dove non vi dovranno sfuggire neppure i chilometri di portici che si sviluppano lungo la città.

Dove